‘After the End’, epilogo (e analisi) della razza umana in un bunker antiatomico

After@pomati_lowPer scampare a un’esplosione provocata da non meglio precisati terroristi, Mark e Louise si rifugiano in un bunker antiatomico. Dovranno dividere questo angusto spazio per due settimane ma la convivenza forzata si rivelerà difficile.

‘After The End’, in scena al Teatro Elfo Puccini dal 19 al 27 maggio, è stato scritto in seguito agli attacchi terroristici di Londra 2005 dal drammaturgo inglese Dennis Kelly (già autore della fortunata serie ‘Utopia’) e ipotizza uno scenario claustrofobico in cui due individui si trovano a convivere forzatamente, consapevoli che all’esterno nessuno chiederà loro notizie o ne contesterà l’assenza. In questa sorta di invisibilità esistenziale, i personaggi si sentiranno liberi e incatenati al tempo stesso. Sarà proprio questa consapevolezza unita al bisogno di liberarsi delle catene imposte dal mondo esterno e all’urgenza di riaffermare la propria identità negata loro nella vita fuori al bunker che li porterà allo scontro.

Le paure si amplificheranno, i processi mentali si velocizzeranno; i protagonisti (Alessandro Lussiana e Valeria Perdonò) si troveranno presto a porre in essere ed enfatizzare ogni proposito proibito loro all’esterno del bunker in un gioco di ruolo – fisico e metaforico – in cui vivranno ognuno la parte ora di vittima ora di carnefice, in una lotta per la sopravvivenza dove istinto e bisogno s’imporrano inevitabilmente sulla ragione.

La regia di Luca Ligato è serrata e cupa, la scenografia minimale; l’incontro tra attore e spettatore è immediato, platea e palcoscenco si fondono in un unico dramma in cui ognuno puà trovare riflessi riverberi del proprio essere.
Buona la prova attoriale dei due protagonisti, l’energia. La differenza di stile recitativo, tuttavia, (lui più lirico, più rappresentativo; lei più spontanea, meno teatrale) crea qualche gradino nel gioco azione/reazione. Talvolta la mise-en-scène dà l’impressione di voler ricalcare soluzioni e lazzi dello spettacolo inglese, compromettendo a tratti la freschezza della resa. Un buon lavoro, comunque, stimolante e coinvolgente.

Francesco Montonati

AFTER THE END
di Dennis Kelly
con Alessandro Lussiana e Valeria Perdonò
regia Luca Ligato
Compagnia Alraune Teatro

Teatro Elfo Puccini
dal 19 al 27 maggio
MAR-SAB: 19.30 / DOM: 15.30

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.