“Tempo di Libri”: Milano vuole la sua fiera

tempodilibri_logoDopo la contesa tra Milano e Torino per il Salone del libro (da cui Torino era uscita come città designata ad ospitarlo), Milano decide di creare un proprio spazio. Fiera Milano e Ediser, (società di servizi dell’Associazione Italiana Editori) infatti, costituiscono la società La Fabbrica del Libro, organizzatrice della prima edizione di Tempo di Libri, la nuovissima Fiera dell’editoria italiana che dal 19 al 23 aprile animerà i padiglioni di Fiera Milano.
35mila metri quadrati di spazi per 720 appuntamenti e ad oggi 437 espositori tra case editrici, riviste, associazioni, biblioteche, librerie, enti pubblici; più di 2000 gli autori che interverranno.
Ma, grandi numeri a parte, di che si tratta?
Durante la presentazione dell’evento, a nome degli organizzatori, Renata Gorgani, presidente della Fabbrica del Libro, descrive Tempo di Libri come una fiera in cui gli editori si raccontano, pensata con l’aiuto dagli stessi, una grande tela su cui ciascuno di loro ha messo una pennellata. Come un “attuatore di socializzazione”, per usare le parole di Michela Murgia, un luogo di scambio e conoscenza reciproca tra pubblico e editori.
Il sindaco Sala parla di “una sfida per ristabilire gli equilibri, che Milano vincerà”. Milano, città-chiave dell’industria editoriale nazionale perché sede di molte fra le più importanti case editrici italiane, ma lungi dalle polemiche con Torino aggiunge: “La sfida è con noi stessi.”
Una fiera che non chiuderà alle 19,30 insieme ai padiglioni, ma che continuerà per le strade e le piazze riempiendo la città di cultura, di socialità e naturalmente di libri attraverso innumerevoli iniziative che hanno al centro i libri e la lettura, come fonte di intrattenimento, di crescita e di condivisione. A giorni sarà disponibile il programma complessivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest