Enzo Avitabile sale in cattedra: lezione alla Cattolica e live

Dopo Sanremo e il Festival che tutto trita e poco restituisce indietro, Enzo Avitabile prosegue il proprio cammino, lungo la strada di quella che chiama la sua “vita musica”. Lui, autodefinitosi “uomo degli incroci”, degli incontri e – aggiungiamo noi – delle rivelazioni.
Ora, dopo l’uscita del doppio disco antologico “Pelle differente”, il primo “best of” della sua carriera (dove compare, oltre al pezzo sanremese “Il coraggio di ogni giorno” anche il bell’inedito “Respirando navigando” – porta la sua “opera di musicalizzazione” anche tra i banchi dell’Università Cattolica di Milano.
L’appuntamento è fissato per il 16 aprile, per una giornata che è parte della seconda edizione di “Il cielo è di tutti” e che includerà anche un “concerto di solidarietà a sostegno dei progetti per i bambini siriani dei campi profughi del Libano e Kurdistan, per le vittime di migrazione forzata e per i ragazzi delle periferie disagiate di Milano”.
Ma l’impegno di Avitabile, all’interno del progetto, partirà già dal mattino: l’artista napoletano terrà infatti una speciale lezione alla Cattolica (ore 9.45) dal titolo “Enzo Avitabile Music Life. La musica come messaggio sociale”. Mentre la musica suonata lo attende di sera, alle 20.30 con il concerto “Acoustic World” all’Auditorium di Milano Fondazione Cariplo.

L’intera iniziativa è promossa dall’Associazione Francesco Realmonte Onlus e dalla Fondazione Casa dello Spirito e delle Arti, in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e con Focsiv Humanity ed è dedicata al sostegno di progetti a tutela dell’infanzia in contesti di guerra e di grave vulnerabilità.
Con il ricavato del concerto sarà possibile sostenere gli interventi educativi in favore dei bambini, per la ripresa di un percorso di crescita sano e positivo, dopo la guerra; sarà possibile utilizzare queste risorse per formare i social worker, che operano sul territorio kurdo e libanese, alla cultura della resilienza sviluppando sempre più a fondo la metodologia studiata dal “RiRes – Centro di Ricerca sulla
Resilienza” dell’Università Cattolica di Milano.

Nella stessa ottica, sul territorio di Milano, verranno sostenuti i giovani vittime di migrazione forzata che si trovano a vivere in contesti di povertà ed esclusione sociale, a cui le associazioni promotrici si dedicano da anni.
I biglietti del concerto (30/20/10 euro) sono acquistabili presso la biglietteria centrale dell’Auditorium di Milano Fondazione Cariplo (Largo Gustav Mahler) oppure on line su Vivaticket.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest