Magie, cuore, illusioni: al Manzoni lo show di Luca Bono

L’appuntamento è fissato per il 3 aprile, al Teatro Manzoni, dove andrà in scena l’anteprima nazionale del primo one man show di Luca Bono, giovane talento della magia diretto da Arturo Brachetti, con le musiche originali di Alex Britti.

All’apertura del sipario le arti magiche trasformeranno la sua apparente normalità in una grande dimostrazione di talento, in un percorso spettacolare e tecnologico tra illusioni di grande effetto, manipolazione di oggetti e close up.

Ma non si tratta di uno show di sole illusioni, bensì di un lavoro teatrale autobiografico con un messaggio forte: mai smettere di inseguire i propri sogni, allenamento, determinazione, motivazione possono fare superare gli ostacoli e far realizzare anche i desideri più impensabili.

Chi è Luca Bono: 25 anni, già campione italiano di magia a 17 anni. Laureato a Parigi con il Mandrake d’Or, riconosciuto come l’Oscar della magia, è considerato il talento magico più interessante della sua generazione, interprete del nuovo illusionismo.

L’illusionista propone la grande magia rivisitata da un giovane artista, ex corridore di go kart che a seguito di un incidente, e incuriosito dal fratello maggiore Davide, si avvicina al mondo magico scoprendo un universo artistico e culturale impensato. Al suo fianco Sabrina Iannece, artista e sua assistente da cinque anni e che in questo spettacolo è co-protagonista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.