“Van Gogh. Tra grano e cielo”: il documentario nelle sale dal 9 all’11 aprile

 

Un documentario che racconta un intreccio di ossessioni, è questo “Van Gogh. Tra Grano e Cielo”, atteso nelle sale Uci Cinemas dal 9 all’11 aprile. Il nuovo film diretto da Giovanni Piscaglia, scritto da Matteo Moneta con la consulenza scientifica e la partecipazione di Marco Goldin (curatore dell’omonima mostra allestita alla Basilica Palladiana di Vicenza), è la storia dell’ossessione per l’Assoluto di un genio della pittura – Vincent Van Gogh, uomo di intensa religiosità, di grande tormento interiore e (come dimostrano le sue bellissime lettere al fratello Theo) di struggente scrittura – e dell’ossesione per questo immenso artista da parte di Helene Kröller-Müller, ricca borghese che ai primi del Novecento giunse ad acquistare quasi 300 suoi lavori, tra dipinti e disegni al fine di realizzare la più corposa collezione privata.

 

“Van Gogh. Tra il grano e il cielo” racconta l’unione spirituale di due persone che non si incontrarono mai ma che condivisero la stessa tensione e lo stesso universo interiore dominato dall’inquietudine, che entrambi hanno espresso attraverso una vera e propria mole di lettere: fonti storiche insostituibili ed elemento suggestivo che punteggia la narrazione del documentario. La colonna sonora originale del film è firmata dal compositore e pianista Remo Anzovino: dal suo contributo, a dire il vero, viene l’unico difetto del progetto. Troppo enfatica, ruffiana, a tratti tonitruante la partitura che dovrebbe scandire il cammino della storia dell’artista.

 

 

Ad accompagnare l’intero racconto è l’attrice Valeria Bruni Tedeschi, ripresa nella chiesa di Auvers-sur-Oise che Van Gogh dipinse qualche settimana prima di suicidarsi. Nella mostra a Vicenza sono contenuti 40 dipinti e 85 disegni proventi dal Kröller-Müller Museum di Otterlo in Olanda, dove oggi è custodita l’eredità di Helene. Al viaggio dentro la mostra, si affianca quello in alcuni dei luoghi più importanti per l’arte di Van Gogh: la chiesa di Nuenen, l’Accademia Reale di Belle arti di Bruxelles, le strade di Parigi e Auvers-sur-Oise, dove l’artista si recò negli ultimi settanta giorni della sua vita e fu accompagnato in questo percorso dal Dottor Gachet. Una serie di preziose riprese sono state realizzate a Otterlo nelle sale e nel parco del Kröller-Müller Museum, nei pressi di Amsterdam.

Il documentario propone inoltre gli interventi di alcuni autorevoli esperti: la storica dell’arte Lisette Pelsers, direttrice del Kröller-Müller Museum di Otterlo in Olanda; Leo Jansen, studioso che ha curato l’edizione critica delle lettere di Van Gogh; Sjraar van Heugten, storico dell’arte tra le maggiori autorità mondiali sul lavoro di Vincent van Gogh; la scrittrice e storica della cultura, Eva Rovers, autrice della biografia di Helene; Georges Mayer, professore onorario di Storia dell’arte all’Accademia Reale di Belle Arti di Bruxelles; lo scrittore e docente di Storia dell’arte all’Università Paris 8 Pascal Bonafoux.

 

Van Gogh. Tra il grano e il cielo
Regia: Giovanni Piscaglia
Cast: Valeria Bruin Tedeschi, Lisette Pelsers, Marco Goldin
Distribuzione: Nexo Digital
Uscita nelle sale: 9-11 aprile
Voto: 7/10

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.