Il Cinemino celebra Mariangela Melato

 

A cinque anni dalla scomparsa – era l’11 gennaio del 2013 – il Cinemino dedicata un omaggio a una delle più grandi attrici italiane che hanno contribuito al cambiamento dell’immagine della donna. In programma quattro titoli rappresentativi della sua carriera e della sua poliedrica capacità di dare vita a personaggi memorabili. A partire dalla sua interpretazione della cinica Ofelia nella commedia Il gatto di Luigi Comencini, ruolo per cui Mariangela Melato vince il Premio David di Donatello 1978; alla prostituta Salomè innamorata dell’anarchico “Tunin” interpretato da Giancarlo Giannini in Film d’amore e d’anarchia. Sempre diretta da Lina Wertmüller, con cui ha un lungo sodalizio artistico, e ancora accanto a Giancarlo Giannini in Mimì metallurgico ferito nell’onore, la Melato è Fiore, giovane donna lombarda con cui Mimì ha una relazione e anche un figlio. Presentato in concorso alla 25ma edizione del Festival di Cannes, il film valse a entrambi gli attori il David di Donatello, Nastro d’Argento e il Globo d’Oro.

Ultimo appuntamento della giornata con il capolavoro di Elio Petri La classe operaia va in Paradiso. Nel film Melato è Lidia, compagna di Ludovico Massa, detto Lulù, interpretato da Gian Maria Volontè, operaio distante dalle lotte sociali e proteste dei colleghi finché un incidente sul lavoro gli farà cambiare idea. Il film – Palma d’oro al Festival di Cannes nel 1971 – valse alla Melato il David Speciale e il Nastro d’Argento.

Alle ore 20.50 si approfondirà il percorso cinematografico, ma non solo nell’incontro con il giornalista Michele Sancisi, che alla figura dell’attrice lombarda ha dedicato il libro “Tutto su Mariangela Melato. Biografia di una donna” per Bompiani. Una biografia che “scava nelle pieghe meno esposte di una star esuberante ma anche di una donna particolarmente riservata, una stella di ringhiera che ha sempre mantenuto un saldo legame con le proprie radici milanesi e popolari, pur diventando la più pagata primadonna del teatro italiano”. Ad accompagnare l’incontro letture dell’attrice Emanuela Villagrossi.

 

LUNEDÌ 9 APRILE

Il programma

14.30 Il gatto di Luigi Comencini (1977)
Per il ciclo del lunedì Venga a prendere un caffè da noi (film + caffè euro 5)
16.30 Film d’amore e d’anarchia di Lina Wertmüller (1973)
18.40 Mimì metallurgico ferito nell’onore di Lina Wertmüller (1972)
20.50 incontro con Michele Sancisi autore del libro
Tutto su Mariangela. Biografia di una donna (2018, Ed. Bompiani)
Letture di Emanuela Villagrossi
(Ingresso gratuito fino esaurimento posti disponibili)
21.30 La classe operaia va in Paradiso di Elio Petri (1971)

 

Cineclub Il Cinemino
Via Seneca 6 – Milano
Tel. 02 35948722
Orari Cinemino e Bar del Cinemino: tutti i giorni dalle 14.00 fino a mezz’ora dopo la fine dell’ultimo spettacolo
L’accesso in sala è consentito solo ai soci tesserati | Tessera 5€
Biglietto unico: 7€ (Ridotto 5€)
Carnet ingressi: 4 x €20 | 7 x 30€ | 10 x 40€

 

Italian actress Mariangela Melato posing keeping her hands on her cheeks. Venice, 1970s

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.