“La Tana dei Lupi”: Gerard Butler nel poliziesco che non ti aspetti

 

Scritto e diretto da Christian Gudegast, “La Tana dei Lupi” – nelle sale dal 5 aprile – è il poliziesco che non ti aspetti. Un caso abbastanza originale di come si può presentare un film (anche attraverso il teaser trailer) in vesti truci e di pura azione quasi decerebrata, mentre la sua anima è quella di un ottimo prodotto di genere. Una storia di guardie e ladri che guarda palesemente a “Heat” di Micheal Mann (nella sfida tra due uomini che è, poi, la sfida tra due mondi), che scippa una buona idea di suspense e azione da “Sicario” di Denis Villeneuve (la sparatoria in pieno traffico con le automobili in coda), e una dall’ormai leggendario “I soliti sospetti” di Bryan Singer, e che racconta, e racconta non poco. Ci parla di quei due mondi contrapposti, di come – per combattersi – questi si debbano avvicinare, annusarsi, tendersi trappole. E, dunque, in qualche modo assomigliarsi. Da una parte c’è il bene e il giusto, dall’altra il male e l’illegalità, ma entro queste due realtà c’è qualcosa dell’altra, come nello yin e yang.

Dunque, nessuno si faccia fuorviare dalla presenza di uno dei Gerard Butler più tamarri a memoria cinematografica – nel ruolo dell’agente speciale anticrimine Nick O’Brien, muscoli, tatuaggi, canottiera, tanto fumo, tanto whiskey e battute tipo “noi non interroghiamo, noi spariamo” – né da quella del rapper e attore 50Cent, anch’egli icona di tamarrismo epocale, calato nel ruolo di uno dei banditi della situazione. Perché dietro i ceffi un po’ fumettosi e al netto della rima mezzora di concessione allo stereotipo, “La Tana dei Lupi” decolla verso una vicenda poliziesca dove i personaggi vivono di vita propria, dove c’è spazio per capire il loro mondo, dove l’intreccio funziona e accalappia. La sfida è tra una banda di rapinatori composta da ex Marines dai modi quasi salutisti, guidata da Ray Merriman (Pablo Schreiber, in una prova intensa) e decisa a fare il colpo dei colpi alla Federal Reserve Bank di Los Angeles, e una squadra di poliziotti duri, non troppo salutisti e allergici ai regolamenti. La cornice è quella della metropoli californiana, capitale delle rapine in banca (secondo le ultime statistiche Usa) e città alienante dove l’individuo fatica a trovare una propria dimensione. Fuori dalle mura di casa, che siano quelle della famiglia del Buono così come di quella del Cattivo, dove vigono regole ed etica precise, il mondo là fuori è una fottuta giungla. Dove sopravvive solo il più forte.

 

La Tana dei Lupi
Regia: Christian Gudegast
Cast: Gerard Butler, Jordan Bridges, Pablo Schreiber
Distribuzione: Lucky Red
Uscita nelle sale: 5 aprile
Voto: 7/10

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.