Dal metal alla trap, la “Dolce vita” di Danien & Theø

Uno ha i capelli scarmigliati tra il rosa e il fucsia e occhiali bianchi da star anni Cinquanta che non toglierebbe da sopra il naso mai e poi mai. L’altro, sotto un cappellaccio a falda larga, porta lunghi capelli castani e la voglia di spiegare ai presenti di che pasta è fatto il progetto Danien & Theø.

La curiosità è tanta, non fosse altro che per un elemento quantomeno spiazzante. I due (Danien, originario di Livorno, e Theø, bresciano) che ora si sono lanciati, a tratti anche in maniera piuttosto convincente, nella grossa fossa della trap italiana, erano due membri degli Upon This Dawning, band rock metal con cui hanno suonato facendo avanti e indietro negli Stati Uniti per quattro anni filati: più di dieci tour, centinaia di palchi e tanti chilometri su un furgone dove, per staccare dalle chitarre, facevano tanti ascolti lontani dal loro mondo. Tra questi, la trap che evidentemente li ha colpiti in pieno.,

Il disco che ne è venuto fuori si intitola “La dolce vita”, uscito il 15 giugno in versione digitale e fisica per Urbana Label con distribuzione Sony Music.

“Ci piace pescare ovunque”, dice Danien, “per noi è una continua innovazione e cambieremo ancora. Volevamo fare trap pura, ma poi abbiamo iniziato a sperimentare con strumenti e suoni ed è venuto fuori questo materiale”, parte del quale era già stato abbozzato negli Usa, prima del ritorno in Italia. “Per il nostro Paese si tratta di un suono nuovo, un California pop fatto in italiano”.

“Volevamo fare una cosa originale”, ribatte Theø. “Il disco è stato prodotto da me”, aggiunge Danien, “insieme al nostro dj. La mia canzone preferita è “Pepsi & Coca”, perché parla della diversità tra le persone ed è anche un po’ lo specchio di questo disco, fatto di canzoni diverse e di vari mood, comunque legate insieme da un filone logico”.

Come sarà dal vivo questo progetto trap, per loro che sono abituati a pestare sugli strumenti sul palco? “Io odio fare i dj set”, dice Danien che i dj set li farà ugualmente in qualche occasione durante la promozione del disco. “Mi piace la situazione con la band, dove canto. La trap dal vivo solitamente non mi piace, la vedo un po’ come musica da club, e cantare sopra il disco non mi fa impazzire”. Per questo dal vivo i due avranno – come hanno già dimostrato in un piccolo showcase per i giornalisti in Sony – un assetto “band”, con batteria, chitarra, laptop e probabilmente altri strumenti ancora. Di sicuro non mancherà loro l’esperienza, di cui hanno fatto il pieno negli Usa. “Ci vuole costanza per fare quello che abbiamo fatto noi”, aggiungono. “Crederci, sempre. Ci soni stati momenti con zero euro in tasca e mangiare con cinque dollari in quattro. L’America ci ha formato a livello di strada dove ti arrangi per mangiare, per lavarti. Noi eravamo partiti con il visto fatto dell’etichetta ma poi abbiamo fatto la vita on the road vera, su un furgone, e siamo tornati a casa che eravamo un po’ stanchi”.

“Quegli anni di tour”, dice Theø, “mi hanno aperto la mente, aiutandomi a trovare di più me stesso. Vivere tutti quegli anni senza un appoggio o entrata sicura è esperienza che ti forma. Noi in sei nella band, abbiamo cambiato un sacco di musicisti perché poi tutti volevano tornare a casa”.

E questa nuova esperienza? “Il pubblico qui è cambiato, la nuova generazione è cambiata. Volevamo tornare a cantare in italiano e sfruttarlo come punto di forza, attraverso pezzi che raccontassero della nostra vita. E noi siamo stati i primi a dire rockstar in ambito trap e rap”.

“Il mood è malinconico e di felicità estrema”, dice ancora Theø. “Noi siamo così, siamo andati in profondità con i testi, abbiamo parlato molto di noi, di cose personali. Far capire alla gente come siamo, è un po’ un diario. “Non più solo aneddoti, ma riflessioni personali e stati d’animo. Volevamo far questo, cose in cui tante persone possono rispecchiarsi, è venuto così”.

Venerdì 15 giugno saranno a Milano, al Mondadori Megastore di via Marghera, alle 18,30 per presentare al pubblico il disco.

Marco Castrovinci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest