“L’arte di James Stewart” allo Spazio Oberdan fino al 20 luglio

 

James Stewart, o dell’America. Il grande attore americano (di Indiana, Pennsylvania, 1908-1997), di cui ricorrono i 110 anni dalla nascita, è stato per molto tempo il volto pulito e ottimista di un Paese che voleva mostrare al mondo il lato migliore di sè. La personale su Stewart allo Spazio Oberdan – in cartellone fino al 20 luglio – è un’occasione per tuffarsi in alcuni dei milgiori film mai partoriti dalla macchina dei sogni hollywoodiana.

Ecco i titoli ancora in programmazione:

 

Martedì 10 luglio ore 17
La storia di Glenn Miller
R.: Anthony Mann. Sc.: Valentine Davies, Oscar Brodney. Int.: James Stewart, June Allyson, Harry Morgan, Charles Drake, Barton MacLane, Irving Bacon, Kathleen Lockhart. USA, 1954, 116’.
Come da titolo, si tratta della storia del celebre trombonista e direttore d’orchestra Glenn Miller, che ha avuto il merito di far conoscere il genere swing al grande pubblico di tutto il mondo. Il film segue la sua vita dall’ascesa all’enorme successo, alla conquista della donna amata, fino alla tragica morte nel 1944 a causa di una sciagura aerea sulla Manica, dove il velivolo su cui viaggiava fu abbattuto (per errore?) durante la Seconda Guerra Mondiale.

Mercoledì 11 luglio ore 15
Una strega in paradiso
R.: Richard Quine. Sc.: Daniel Taradash. Int.: James Stewart, Kim Novak, Jack Lemmon, Ernie Kovacs, Hermione Gingold. USA, 1958, 106′.
Alla vigilia del matrimonio con Merle, il giovane editore Shep è vittima dell’incantesimo gettato su di lui da Gil, un’allieva stregona che ha messo in pratica gli insegnamenti della zia Queenie. Shep rinuncia al matrimonio e si innamora di Gil che in seguito si pente e decide di confessargli la verità. Dopo l’arrabbiatura iniziale, Shep si accorgerà di amare veramente Gil, la quale rinuncerà alla stregoneria per stargli accanto come una donna comune.

Giovedì 12 luglio ore 15
L’eterna illusione
R.: Frank Capra. Sc.: Robert Riskin, tratta da una commedia di Moss Hart e George S. Kaufman. Int.: James Stewart, Jean Arthur, Lionel Barrymore, Edward Arnold, Mischa Auer. USA, 1938, 126’.
I Vanderhof sono una famiglia un po’ bizzarra che coltiva vocazioni artistiche di vario genere. I guai cominciano quando la giovane Alice si innamora di Tony Kirby, figlio di un banchiere che vorrebbe impiantare una fabbrica proprio sulla proprietà dei Vanderhof.
Oscar nel 1938 per la Miglior Regia e per Miglior Film. Il testo teatrale da cui è tratto ha vinto il Premio Pulitzer nel 1937.

Sabato 14 luglio ore 16.45
La donna che visse due volte
R.: Alfred Hitchcock. Sc.: A.Coppel, S.A.Taylo, M. Anderson, dal romanzo omonimo di Pierre Boileau e Thomas Narcejac. Int.: James Stewart, Kim Novak, Barbara Bel Geddes, Tom Helmore, Henry Jones, Raymond Bailey, Ellen Corby, Konstantin Shayne. USA, 1958, 128’, v.o. sott. it.
L’agente di polizia John Ferguson ha una certa predisposizione alle vertigini, e tale sua particolarità è causa di un incidente che provoca la morte di un suo collega. In seguito a questo fatto Johnny dà le dimissioni. Un suo amico lo incarica di vigilare sulla propria moglie Madeleine, che da qualche tempo si comporta in modo strano. I suoi atteggiamenti sembrano dar credito ad un’incredibile supposizione: che in Madeleine riviva lo spirito di una sua bisnonna morta suicida in tragiche circostanze.

Domenica 15 luglio ore 17
Nodo alla gola
R.: Alfred Hitchcock. Sc.: A. Laurents, H. Cronyn tratto dal dramma Rope’s end di P.Hamilton, liberamente ispirato al fatto di cronaca nera “Il delitto Leopold-Loeb”. Int.:James Stewart, John Dall, Farley Granger, Joan Chandler, Douglas Dick, Constance Collier. USA, 1948, 80’.
Due studenti universitari, Brandon Shaw e Phillip Morgan, uccidono un amico solo per verificare le loro teorie da superuomini. Dopo averlo strangolato con una corda, nascondono il cadavere all’interno di una cassapanca che utilizzano in seguito come tavola imbandita per un piccolo party a cui hanno invitato i parenti e la fidanzata dell’ucciso e un loro professore che provocherà la confessione dei due giovani.

Lunedì 16 luglio ore 15
Scrivimi fermo posta
R.: Ernst Lubitsch. Sc.: S. Raphaelson, da una commedia di N. Laszlo. Int.: Margaret Sullavan, James Stewart, Frank Morgan, William Tracy. USA, 1940, 97’.
Alfred e Klara, commessi nello stesso negozio di articoli da regalo, di proprietà del signor Matuschek, corrispondono per lettera ignorando l’uno l’identità dell’altro. Solo che se questa relazione epistolare ha instaurato fra loro una romantica relazione, nella realtà i due si detestano. A complicare le cose ci si mette anche Matuschek, che scopre di essere stato tradito dalla moglie con un suo dipendente e, sospetttando di Alfred, lo licenzia. Ma la verità finirà per trionfare.

Mercoledì 18 luglio ore 15
L’eterna illusione Replica

Venerdì 20 luglio ore 15
Mr. Hobbs va in vacanza
R.: Henry Koster. Sc.: Nunnally Johnson. Int: James Stewart, Maureen O’Hara, Fabian, John Saxon, Lauri Peters, Valerie Varda, Lili Gentle, Marie Wilson. USA, 1962, 116’.
Roger Hobbs sogna da tempo una vacanza insieme a sua moglie Peggy, invece lei decide di radunare nella loro casa sulla spiaggia, tutti i loro figli. Arrivano per primi quelli che vivono ancora a casa: Katey, un’adolescente che si sente complessata perché porta l’apparecchio ai denti, e Bob che passa intere giornate davanti alla televisione. Poi è la volta di Susan, con suo marito, il testardo Stanley, e di Janie con il prestante Byron. Per Roger la vacanza diventa ben presto un inferno, separato da Peggy, tra le urla della figlia gelosa e quelle del nipotino, maniglie che si incastrano, l’elettricità che salta, la pompa dell’acqua che decide di funzionare quando vuole, fino all’agognato ritorno a casa.

Modalità d’ingresso al Cinema Spazio Oberdan
Piazza Oberdan Milano
Biglietto intero € 7,50
Ridotto con *Cinetessera € 6
Gratuito per ragazzi dai 16 ai 19 anni
*Cinetessera annuale € 10

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest