Quando facevo la cantante: Antonella Ruggiero, ricerca, coerenza ed emozioni. “Ecco il mio lavoro, anni di viaggi e di fatica”

Cosa dire a una come Antonella Ruggiero, musicista fatta di coerenza e studio e capacità di emozionarsi per la bellezza che spesso, si sa, ama nascondersi? Quello che ha dato fino a qui – e continuerà a fare, a dispetto del tempo imperfetto del verbo usato nel titolo dell’opera – è racchiuso in questo “Quando facevo la cantante”, monumentale summa di brani e progetti che vanno dal 1996, l’anno in cui ha ripreso la sua attività come solista dopo l’abbandono dei Matia Bazar, e il 2018. “Un’idea”, dice Antonella, “venuta a Roberto Colombo, che una sera mi ha detto: ‘Senti, dobbiamo farci un regalo sarebbe giusto realizzare una raccolta di brani di diversa natura che sia un racconto sonoro di ciò che è avvenuto’”. “Ed era da un po’ di anni che si pensava di pubblicare un primo catalogo, registrazioni fatte live o in studio”, aggiunge Colombo. “Nel frattempo si è allargato tanto il numero dei brani fino alla scelta di inserire 115 brani suddivisi in 6 cd e nei vari generi in cui Antonella si è cimentata”.

E, anche solo a tenere in mano il volume, fatto di belle foto e piccolo introduzioni a ogni pezzo, inquadrato nel tempo e nello spazio come prima guida all’ascolto, fa capire quanto sia il valore di quelle che indica come “esperienze così diverse e particolari”, vissute negli anni in tal numero “che potremmo continuare con queste proposte. L’idea come ho già detto è stata di Roberto, che ho conosciuto nei primi anni Ottanta e da allora, da quando ho ascoltato per la prima volta i suoi arrangiamenti – in quel caso di “Tango” e “Aristocratica” – mi sono resa conto di quanta inventiva sia capace. Lui prende le parti musicali, le seziona, mescola i suoni, lavora sui dettagli, tagliando, aggiungendo, sovrapponendo, eliminando, assemblando, come un artista visuale. Senza limiti o confini stilistici. Io mi concentro invece nel canto e nei luoghi lontani dove portare la musica. Come facevano i musicisti antichi, di secoli fa, che andavano dalla gente percorrendo strade sconnesse pur di portare la propria visione della vita e dell’arte. E non avevo mai pensato di racchiudere tutto in un’opera così, ma poi mi sono detta: Perché no? Potrebbe essere un modo di raccontare la mia musica essendo totalmente scollegati dal sistema, da quello che va ora e che funziona. Per ricordare che ci sono persone che attraverso la musica fanno cose pregevoli, e molti di questi sono sconosciuti perché non rientrano in quel sistema”.

Quanto ai numerosissimi muscisti con cui ha lavorato, dice di aver avuto sempre un “rapporto intenso e umano, di profondo rispetto. Sono tutti musicisti di grande livello artistico e tutti hanno dato il loro consenso a questo viaggio fatto di musiche diverse. Ed è così che espongo il mio lavoro, anni di viaggi e di fatica. Da domani saranno altre storie”.

I brano qui sono divisi in 6 cd. “La canzone dialettale e popolare”, che include tra gli altri “Avò! L’Amuri mio” di Rosa Balistreri, “Crêuza de mä”, “O mia bela Madunina”, “Non potho reposare”, “Amara terra mia” di Modugno; “Le mie canzoni”, tra “Vacanze romane”, “Cavallo bianco”, “Ti sento”, “Echi d’infinito”, “Amore lontanissimo”; “La canzone d’autore”, con ad esempio “Impressioni di settembre”, “La canzone dell’amore perduto”, “Genova per noi”, “Mi sono innamorata di te”; venti brani racchiusi nel cd “Canzoni dal mondo”; “Il sacro e il classico”, con “Medea Atto 3, Sequenza 10”, “Agnus Dei”, l’“Ave Maria” di De André, “Deus ti salvet Maria” e molte altre; “Le stranezze”, 22 pezzi tra cui “Bon voyage” (F. Gambale), “Aleppo”, “Papaveri e papere” e altre ancora.

“Amo la dimensione del live”, continua Antonella Ruggiero, “il contatto diretto col pubblico, il resto non mi interessa è tutto difficile da sopportare. Tanti fanno cose straordinarie ma non vedono la conoscenza del pubblico. Durante i live le persone sono contente. Si può lavorare benissimo a lato delle cose ma trovando una dimensione che fa stare bene, senza la competizione che fa parte dello sport e che detesto nella musica. Noi da sempre cerchiamo le nicchie del mondo e troviamo le cose che ti fanno stupire. Anche nella musica popolare, più indietro vai più trovi cose belle, che esistono. Basta andarsele a cercare, senza essere pigri”.

 

Ecco la tracklist completa dell’opera

CD 1 – LA CANZONE DIALETTALE E POPOLARE

  1. Avò! L’Amuri mio – R. Balistreri, P. Russo [4:13]
  2. Crêuza de mä – M. Pagani, F. De André [3:53]
  3. Vola vola – L. Dommarco [4:11]
  4. Ai preât la biele stele – F. Escher [3:21]
  5. La pastora e il lupo – tradizionale [4:59]
  6. O mia bela Madunina – G. D’Anzi [3:44]
  7. Santa Lucia luntana – E.A. Mario [4:20]
  8. Non potho reposare – S. Sini, G. Rachel [3:05]
  9. Adasciu adasciu cala lu suli – F. Giunta [3:43]
  10. Ma se ghe penso – M. Cappello, A. Margutti [6:18]
  11. Crapa pelada – Gorni Kramer [2:46]
  12. Ninna nanna – tradizionale [2:37]
  13. Li me jorna – F. Giunta [3:14]
  14. In libertà ti lascio – F. Cassano, L. Patruno [2:57]
  15. Tapum – tradizionale [3:22]
  16. Cjant de l’aisciuda – F. Chiocchetti [3:18]
  17. Amara terra mia – E. Bonaccorti, D. Modugno, G. Marini [4:17]
  18. Vola Colomba – B. Cherubini, C. Concina [3:54]
  19. Addio, Lugano bella – P. Gori [4:35]

CD 2 – LE MIE CANZONI

  1. Di un amore – A. Volpe, A. Ruggiero [4:19]
  2. Echi d’infinito – Kaballà, M. Venuti [4:52]
  3. 03. In volo – D. Fossati, A. Ruggiero, R. Colombo [7:03]
  4. 04. Vacanze romane – G. Golzi, C. Marrale [4:52]
  5. 05. Non ti dimentico – Kaballà, A. Ruggiero, R. Colombo [3:52]
  6. 
06. L’impossibile è certo – G. Colombo, S. Nelson, D. Contrini, C. Massera [4:37]
  7. 07. C’è tutto un mondo intorno – G. Golzi, A. Stellita, A. Ruggiero, P. Cassano, C. Marrale [5:25]
  8. 08. Canzone fra le guerre – C. Carrara, A. Ruggiero, C. Carrara [3:31]
  9. 09. Di perle e di inverni – G.L. Ferretti, A. Ruggiero, R. Colombo [3:21]
  10. 10. E direi che non c’è – P. Milzani, L. Ferrario, M. Grilli [3:41]
  11. 11. Cavallo bianco – A. Stellita, P. Cassano, C. Marrale [4:23]
  12. 12. Occhi di bambino – A. Ruggiero, C. Cantini [4:46]
  13. 13. Amore lontanissimo – A. Ruggiero, R. Colombo [4:09]
  14. 14. Ti sento – A. Stellita, C. Marrale, S. Cossu [3:47]
  15. 
15. Nel silenzio che c’è – L. Ferrario, M. Grilli, P. Milzani [4:28]
  16. 
16. Quando balliamo – S. Lenzi, A. Ruggiero, R. Colombo [4:48]

CD 3 – LA CANZONE D’AUTORE

  1. Impressioni di settembre – Mogol, M. Pagani, F. Mussida [4:31]
  2. La canzone dell’amore perduto – F. De André [4:16]
  3. Genova per noi – P. Conte [3:21]
  4. Portami tante rose – R. Galdieri, C.A. Bixio [4:06]
  5. Tornerai – N. Rastelli, D. Olivieri [4:09]
  6. Auschwitz – F. Guccini [5:44]
  7. Il disertore – B. Vian, G. Calabrese [4:20]
  8. Parlami d’amore, Mariù – E. Neri, C.A. Bixio [4:59]
  9. Tu, musica divina – A. Bracchi, G. D’Anzi [5:01]
  10. Ma l’amore no – M. Galdieri, G. D’Anzi [3:20]
  11. La sedia di lillà – A. Fortis [5:22]
  12. Mi sono innamorata di te – L. Tenco [5:01]
  13. Silenzioso slow (Abbassa la tua radio) – A. Bracchi, G. D’Anzi [3:22]
  14. Io credo, io penso, io spero – E. De Angelis, M.C. Di Giuseppe, M. Testoni [4:31]
  15. Non ti scordar di me – E. De Curtis, D. Furnò [3:39]
  16. Guarda se io – L. Tenco [3:38]
  17. La musica è finita – U. Bindi, Nisa, F. Califano [3:41]
  18. Pierre – R. Facchinetti, V. Negrini [3:27]

CD 4 – CANZONI DAL MONDO

  1. Nuova terra – D. Fossati, A. Ruggiero, R. Colombo [4:17]
  2. Sodade – A. Zeferino Soares [3:46]
  3. If I were a rich man – S. Harcnick, J. Bock [2:25]
  4. Tea for two – I. Caesar, V. Youmans [3:50]
  5. Linda mimosa – G.P. Ibanez, T. Chantre [3:07]
  6. Shir Hanoded – S. Shimoni, N. Nardi / adattamento in italiano di A. Ruggiero [3:36]
  7. Summertime – E. DuBose Heyward, I. Gershiwin, G. Gershwin [3:57]
  8. Barco negro – C. Velha, Piratini, D. Mourao Ferreira [4:26]
  9. Coimbra – J. Galhardo, R. Ferrao [3:53]
  10. Alfonsina y el mar – F. Luna, A. Ramirez [5:20]
  11. To tango tis Nefelis – H. Alexiou, L. McKennitt [4:16]
  12. Malena – H. Manzi, L. Demare [3:06]
  13. Oy Belz (Mayn shtetele Belz) – J. Jacobs, A. Olshanetsky [3:11]
  14. Tumbalalaika – tradizionale [2:38]
  15. Blue moon – L. Rodgers, L. Hart, A. Bracchi [4:21]
  16. Fontana di Trevi – J. Styne, S. Cahn, Devilli [3:33]
  17. Kinder yorn (Anni d’infanzia) – M. Gebirtig / adattamento in italiano di A. Ruggiero [4:36]
  18. Balada do sino – A. Zeca [3:21]
  19. Amapola – J. Lacalle [3:53]
  20. Il viaggio – D. Fossati, A. Ruggiero, R. Colombo [4:29]

 
CD 5 – IL SACRO E IL CLASSICO

  1. Notte – S. Cognolato [5:16]
  2. Sogno d’or – C. Marsili, G. Puccini / rielaborazione di F. Buzzurro [4:08]
  3. Il sogno di Maria – G.P. Reverberi, F. De André [4:51]
  4. Sanctus – P. Donaggio [3:56]
  5. Agnus Dei – A. Ramirez [2:20]
  6. Kyrie – G. Haazen [3:29]
  7. Ave Maria – F. De André [3:01]
  8. Nos padre – M. Camardi [4:32]
  9. Deus ti salvet Maria – tradizionale [4:20]
  10. Gaudete – tradizionale [3:25]
  11. Respondemos – tradizionale [4:49]
  12. Sognando – V. Ciprì, B. Enderle [4:19]
  13. Ombra mai fu – G.F. Haendel [2:46]
  14. Attesa – A. Ruggiero, R. Colombo [4:12]
  15. Corale cantico – D. Fossati, A. Ruggiero, R. Colombo [2:42]
  16. Tre madri – G.P Reverberi, F. De André [4:38]
  17. Sole lucente – Nisa, A. Cicognini [3:47]
  18. Una romantica avventura – G. Bistolfi, A. Cicognini [2:24]
  19. And will you love me? – E. Morricone, C. Riche [4:25]
  20. Medea: Atto 3, Sequenza 10 – A. Guarnieri [3:23]

CD  6 – LE STRANEZZE

  1. Mircau – B. Ferra [3:20]
  2. Bon voyage – F. Gambale [4:14]
  3. Solo – A. Zamboni, A. Rossi [5:11]
  4. Strada nel bianco – M. Goldin, R. Colombo [3:48]
  5. Aleppo – A. Ruggiero [3:16]
  6. Crescono i fagiolini – B. Bagini, G. Carlone [3:16]
  7. Una storia per un sogno – S. Gindro [1:46]
  8. Papaveri e papere – Aminta, M. Panzeri, V. Mascheroni [2:39]
  9. Due spie – M. Travaglio, E. Cibelli, V. Corvino, A. Ruggiero [4:01]
  10. Il sole al Nadir – Pivio, A. De Scalzi [3:37]
  11. Tulku – A. Ruggiero [3:21]
  12. Preludio – D. Lorenzini [1:10]
  13. Aria di Titania – D. Lorenzini, E. Monti Colla [1:44]
  14. Mondovisioni – S. Ianne [3:29]
  15. Madredea – M. Radeghieri, N. Bonacini, P. Dieni [4:39]
  16. Mi sono innamorata – S. Gindro [2:09]
  17. La nascita – A. Zamboni, R. Colombo [4:19]
  18. L’esigenza – N. Salameh, M. Lobaccaro, A. Pipino [3:47]
  19. Aguargento – A. Di Francia [4:10]
  20. Niente di noi – il canto dei Catari – G. Cattaneo, G. Richiero [3:27]
  21. Figlie – M. Goldin, R. Colombo [3:40]
  22. Luglio, agosto, settembre nero – T. Fariselli [5:06]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest