Fuorisalone 2019, il Teatro Parenti apre le porte al design con Parenti DIstrict Art & Design

Dopo anni in cui il quartiere porta Romana è rimasto ai margini dei circuiti del Fuorisalone, ecco l’iniziativa del Teatro Franco Parenti volta a rivalutare l’importanza di un quartiere fondamentale per Milano in occasione di uno dei suoi eventi cult: la Milano Design Week.

Lunedì 8 aprile la serata inaugurale di Parenti DIstrict Art & Design. Il progetto nasce da un’idea di Andrée Ruth Shammah, e si sviluppa, in questa prima edizione, in collaborazione con Domus, media partner del progetto e di Galleria Continua, Mosca Partners e Galleria Jean Blanchaert, Intesa Sanpaolo e Associazione Pier Lombardo che cureranno i contenuti all’interno del Quartier Generale del distretto costituito dagli spazi del teatro e della piscina.

Con il Parenti DIstrict Art & Design, dal 9 al 14 aprile il teatro con i suoi Bagni Misteriosi sarà quartier generale di un’area che si animerà di iniziative, installazioni, happening ed eventi legati alle arti performative e al mondo del design, mentre l’area circostante si trasformerà in uno spazio dedicato al design in cui diverse realtà commerciali, culturali, espositive, oltre che case di privati, metteranno a disposizione i propri spazi per allestimenti, mostre ed eventi. L’area compresa tra Piazza Medaglie d’Oro e Corso di Porta Vittoria, vero e proprio distretto centro d’interesse internazionale.

Moltissime e variegate le proposte, tra cui segnaliamo:

Immersione libera
Nella Palazzina dei Bagni Misteriosi sarà allestita la mostra Immersione Libera, un progetto di Marina Nissim, a cura di Giovanni Paolin, una mostra collettiva, una piattaforma aperta in cui dodici giovani artisti attivi in Italia, tra le voci emergenti più interessanti e innovative del panorama internazionale contemporaneo, esporranno opere pensate per fondersi con lo spazio circostante e favorire il coinvolgimento dei visitatori (2 aprile – 18 maggio).

Around the water
Negli spazi esterni della piscina MoscaPartners presenterà le installazioni Around the water.
Un invito a scoprire i designer di domani e porre in primo piano prodotti e processi sostenibili, innovativi, interessanti. La rivista svedese Rum lancerà la sua nuova edizione internazionale in inglese, un repertorio di 300 pagine dedicate all’architettura e al design, visto da una prospettiva scandinava.
Le cabine dei Bagni Misteriosi diventeranno vere e proprie sale espositive in cui sei aziende svedesi presenteranno un prodotto iconico della loro produzione.
Sarà inoltre proposta la mostra Eros il cui approfondimento esplora i lavori del workshop degli studenti della scuole del design del Politecnico di Milano condotto da Michele de Lucchi, Francesca Balena Arista e Mario Greco. (9 – 14 aprile)

Riflessioni Riflesse a cura di Jean Blanchaert
La Galleria Blanchaert cura gli allestimenti dei vari spazi interni al teatro, presentando le installazioni raccolte sotto il titolo Riflessioni Riflesse. Otto designers/artisti si esprimeranno attraverso l’uso di diversi materiali, il vetro in particolare, all’insegna della qualità e della ricerca, con grande attenzione sia ai processi tradizionali che all’innovazione tecnologica. Temi d’ispirazione saranno l’acqua, la trasparenza, lo specchio e la loro interazione dinamica con l’ambiente. Sarà presente anche un focus sul genio di Leonardo da Vinci, in occasione dei cinquecento anni dalla sua morte (9 – 14 aprile).

Per conoscere tutte le informazioni su eventi e iniziative potete consultare il sito dedicato a questo link.

 

 

Inaugurazione: lunedì 8 aprile 2019, ore 20.00
Dal 9 al 14 aprile 2019, dalle 14.00 alle 22.00

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.