Un insolito racconto della nostra contemporaneità in “Parole al vento”, dal 4 ottobre a Villasanta

Al via la quarta edizione di “Parole al vento” la rassegna di Villasanta (Mb) caratterizzata appuntamenti basati sull’interazione di linguaggi diversi, al fine di creare un racconto inaspettato e inconsueto della nostra contemporaneità. Un laboratorio in continua evoluzione, che promuove esperienze di scambio tra artisti, pubblico e operatori del settore. Gli spettacoli sono selezionati per aderire al motto «cultura è divertimento», un’esortazione a vivere esperienze capaci di stimolare in chiunque curiosità e capacità di resilienza in un mondo complesso. Il programma è un territorio d’incontro tra suoni, visioni, racconti e gestualità, con particolare attenzione a progetti con un alto grado d’innovazione.

Per quattro venerdì, si scandaglierà il rapporto tra la musica e la scrittura testuale su tematiche diverse, attuali e spesso complesse, in modo innovativo e originale: l’immigrazione come ricerca di dignità personale e riscatto di popoli interi; la condizione umana come luogo d’incontro tra finito e infinito; la musica jazz come territorio di totale libertà espressiva; infine, lo sport come arte del confronto e poesia del gioco. 

Si parte, venerdì 4 ottobre con «Preghiera in mare» (ore 21.30; ingresso 7-12 euro), spettacolo scritto e interpretato dall’attrice Stefania Rocca, coadiuvata da due astri nascenti del jazz nostrano: il sassofonista Raffaele Casarano e il pianista Mirko Signorile. Condivisione, accoglienza, diversità, solidarietà e la cultura a fare da ponte, con testi (tratti dal libro “Da questa parte del mare” del compianto Gianmaria Testa e “Sulla strada” di Jack Kerouac) e musiche sul tema delle migrazioni e della libertà dell’uomo, con uno sguardo particolare alla condizione femminile. 

Si proseguirà venerdì 25 ottobre con una serata/incontro nel corso del quale la cantautrice Patrizia Laquidara, accompagnata dalle chitarre di Daniele Santimone, offrirà al pubblico un saggio delle sue doti narrative presentando alcuni estratti di «Ti ho vista ieri», la sua ultima fatica letteraria. Si tratta di storie che raccontano l’irrompere del magico e dell’oltre nella vita quotidiana, storie in cui ci si riconosce e che sono raccontate attraverso lo sguardo di una bambina la cui prospettiva ci fa gustare quel mai sciolto intreccio tra finito e infinito che è la condizione umana. 

Venerdì 15 novembre sarà la volta di Stefano Benni, uno dei più noti e affermati scrittori italiani, e del pianista Umberto Petrin, che porteranno in scena «Misterioso. Viaggio nel silenzio di Thelonius Monk», spettacolo nato dalla volontà di rendere omaggio ad una delle più straordinarie, originali e rivoluzionarie figure della storia del jazz. Benni ricorderà Monk (di cui Petrin è uno dei massimi interpreti) leggendo brani inediti e passaggi tratti dalla biografia del pianista afroamericano, oltre a testi di Allen Ginsberg e Laurent De Wilde.

“Parole al vento” si concluderà venerdì 13 dicembre con «I senza Brera», omaggio al grande Gianni Brera nel centenario della sua nascita, realizzato dal cantautore e scrittore milanese Claudio Sanfilippo e dal giornalista sportivo Gino Cervi. Un viaggio che racconta Milano in tre dimensioni, un percorso che restituisce l’anima della città attraverso le suggestioni musicali, letterarie e visive, setacciando tra le voci più alte che l’hanno raccontata e cantata: Carlo Porta, Franco Loi, Enzo Jannacci, Giorgio Gaber, Cochi e Renato, Dario Fo e altri. 

Per info:

Cineteatro Astrolabio, via Goffredo Mameli 8, 20852 Villasanta (MB).

Tel: 0362-325341. 

Biglietti: 12 euro intero; 7 euro ridotto (under 14, over 65, residenti di Villasanta e altre convenzioni).

Prenotazioni: astrolabio.controluce@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.